header-sfondo-soloblu

Non è un arrivo ma un ritorno. Fu già con noi nel 2009-10, in A Dilettanti. Era un ragazzino di 18 anni. Per tutti era semplicemente il figlio di Simone, che aveva appena scritto pagine memorabili della storia Fulgor come allenatore.

Dieci anni dopo, quello che si ripresenta sul parquet del PalaPratizzoli è un giocatore che vanta una carriera di rilievo tra Serie B (l’ultima volta l’anno scorso a Soresina) e C Gold (con 4 stagioni a Fiorenzuola). Un giocatore che ci porta in dote tecnica, esperienza, duttilità tattica. Un giocatore esemplare per atteggiamento, serietà e dedizione al lavoro. Un nuovo punto di forza della Fulgor 2020-21.

Bentornato Matteo Lottici!